Home

Eccomi

Lascia un commento

Dopo tanti mesi di inattività tornero a pubblicare dal 28 di giugno. Cordiali saluti dal vostro admin!

Aggiungere canzoni ad iTunes con youtube

1 commento

youtube itunes

La vostra collezione di brani su iTunes è un pò scarsa?
Volete incrementare il numero di canzoni nel vostro catalogo iTunes in modo facile, veloce e gratuito?

Niente di più facile, basta farsi aiutare da Youtube, il servizio di videosharing dove potete trovare praticamente tutte le canzoni che volete, scaricarle e integrarle nella libreria di iTunes.

Infatti esistono diversi servizi che permettono di scaricare i brani in formato mp3 dai video di Youtube, e una volta scaricati è semplicissimo aggiungerli a iTunes, e quindi ascoltarli con il vostro iPhone, iPad o iPod o altro dispositivo.

Per prima cosa quindi si devono cercare, scaricare e convertire i video di YouTube.

Il modo più semplice per farlo è attraverso il servizio web Youtube-Mp3, dove bastainserire il link di un video di Youtube, ovvero l’ indirizzo web che compare nella barra in alto del browser mentre si naviga nella pagina web di Youtube dove risiede il video, e in pochi secondi verrà convertito in mp3, pronto per il download.

Quindi in questo modo è possibile scaricare tutte le
canzoni che che preferite da Youtube, magari salvandole in una cartella dedicata in modo da poterle poi aggiungere a iTunes in un solo colpo.

Una volta che avrete scaricato tutte le canzoni che preferite da Youtube è possibiletrasferirle su iTunes semplicemente trascinandole sulla finestra di iTunes, o trascinando la cartella dove le avete salvate, oppure aggiungerle dal menù File di iTunes.

foto con cuffiette?!?!?!?!

Lascia un commento

L’ ultima versione iOS 5 per iPhone ha introdotto nuove funzioni davvero e utili e innovative, come ad esempio la possibilità di scattare foto con il vostro iPhone senza toccare mai il display.

Quindi non dovendo muovere l’ iPhone è possibile scattare foto migliori con meno vibrazioni.

Il trucco da usare è molto semplice, occorre solamente avere un iPhone con iOS 5 e delle cuffie con i pulsanti per il volume.

Infatti basta avviare l’ applicazione fotocamera dal vostro iPhone, posizionare ildispositivo per la foto e poi fare clic sul pulsante del volume delle cuffie per scattare la foto.

Ancora meglio è anche possibile, nello stesso modo, scattare foto con l’ iphone utilizzando un auricolare Bluetooth con controllo del volume, soluzione perfetta per poter scattare fotografie senza dover utilizzare l’ autoscatto con timer, in quanto basta collegare l’iPhone ad un treppiedi, o comunque collocarlo dove volete, e utilizzare il pulsante del volume dell’ auricolare bluetooth per l’ autoscatto a distanza.

Winamp

Lascia un commento

winamp macE’ il caso di dire meglio tardi che mai, perchè finalmente Winamp, il famoso player multimediale lanciato nel 1997 dalla società Nullsoft, ha rilasciato anche una versione per Mac.

Quindi anche gli utenti Mac potranno usufruire di questo ottimo lettore multimediale, preferito da molti utenti per la possibilità di personalizzazione delle skin e la facilità di utilizzo.

Inoltre in questa nuova versione stata aggiunta una nuova caratteristica, ovvero lasincronizzazione delle librerie tramite wireless tra Winamp Mac e dispositivi Android.

Quindi installando Winamp anche su un telefono Android avrete la possibilità di sincronizzare le librerie con Winamp per Mac, ma è anche possibile importare la libreria di iTunes nella libreria di Winamp, senza quindi dover aggiungere canzone per canzone.

Anche nella versione per Mac, Winamp mantiene la semplice e minimalista interfaccia grafica, proprio come la versione per Windows ma integrando alcuni aspetti tipici di iTunes.

Winamp per Mac è un’applicazione gratuita ed è disponibile per il download dal sito ufficiale di Winamp in versione beta.

Link per il Download: Scarica Winamp per Mac

100 milioni di download….

Lascia un commento

Non è passato neanche un anno dal lancio del Mac App Store ma già i numeri ottenuti sono importanti, anzi incredibili, infatti tramite un comunicato ufficiale l’azienda della “mela morsicata” ha fatto sapere che il Mac App Store , negozio online per applicazioni del sistema operativo Mac OS X, ha raggiunto il grande traguardo dei 100 milioni di download.

Phil Schiller, vice presidente marketing di Apple ha dichiarato che “In soli tre anni, l’App Store ha cambiato il mondo delle applicazioni mobili, e ora il Mac App Store sta cambiando l’industria del software tradizionale per computer.”

In effetti, il Mac App Store , lanciato lo scorso 6 gennaio 2011 negli ultimi tempi ha un andamento simile al negozio App Store per iPhone, iPad e iPod, e in entrambi glistore sono commercializzati software gratis e a pagamento.

Sicuramente saranno soddisfatti anche gli sviluppatori di applicazioni per dispositivi Apple, che ricevono il 70% dei guadagni delle vendite di applicazioni.

Top app scaricate

Lascia un commento

Uno studio effettuato dalla società Distimo, ha permesso di rilevare le 10 applicazioni più scaricate su tutte le piattaforme di dispositivi mobili, quindi iOS di Apple, Android e BlackBerry.

Al primo posto tra le 10 applicazioni più scaricate del 2011 c’è l’ ormai famosissimo gioco Angry Birds , che compare anche in ulteriori due posizioni della Top 10 con altre versioni ( Rio e Sesaons), al secondo posto c’è un altra applicazioni ormai indispensabile per la maggior parte degli utenti, ovvero Facebook, che permette di interagire con il social network direttamente dallo smartphone, e infine algradino più basso del podio troviamo Skype.

Un altra curiosità che riguarda il mercato delle applicazioni per sistemi operativi mobili è la grande crescita di Android, infatti il numero di programmi e giochi disponibili per questa piattaforma sta crescendo in maniera esponenziale superando ormai il milione di applicazioni, crescita che a breve probabilmente permetterà di superare anche l’ App Store di Apple, attualmente leader del mercato.

Ecco le 10 applicazioni più scaricate del 2011:

1. Angry Birds
2. Facebook
3. Skype
4. Angry Birds Rio
5. Google Maps
6. eBooks
7. Angry Birds Seasons
8. Fruit Ninja
9. Talking Tom
10. Twitter

Apple, respinta la registrazione del marchio multi-touch

Lascia un commento

Respinta la richiesta da parte di Apple di registrare il marchio multi-touch

La notizia è proprio delle ultime ore e dopo un periodo di attesa definibile come tutt’altro che breve Apple ha finalmente ottenuto una risposta circa la richiesta di registrare il marchio “multi-touch”: l’Ufficio marchi e brevetti statunitense (USPTO) ha respinto ha respinto la richiesta di Cupertino.

L’USPTO, infatti, ha dichiarato che i termini utilizzati per descrivere la funzionalità degli schermi tattili dei device Apple risultano essere troppo generici poiché, allo stato attuale delle cose, ampiamente diffusa anche tra le svariate offerte della concorrenza risultando quindi tutt’altro che una tecnologia distintiva della ben nota azienda della mela morsicata così come, invece, lo è stato inizialmente e per un breve periodo di tempo.

Il multi-touch, quindi, come sentenziato dall’Ufficio marchi e brevetti USA, oltre che essere legato ai device Apple e, nello specifico, all’iPhone, risulta utilizzabile senza alcun problema anche in riferimento ad altri smartphone ma anche ad ulteriori dispositivi dotati di schermo tattile come nel caso di tablet e computer.

La richiesta di Apple di despositare il marchio multi-touch risale però al lontano, ma non troppo, 9 Gennaio 2007, ovvero il giorno del lancio del primo iPhone, nel tentativo didistinguere quello che è il comune funzionamento del touch screen dalla tecnologia “magica” di Cupertino grazie alla quale poter interagire con più dita con tutto quanto visualizzato sullo schermo del celebre device mobile della mela morsicata.

Tuttavia già prima del 9 Gennaio 2007 il termine multi-touch veniva impiegato per descrivere una tecnologia, così come sottolineato dall’USPTO.

Apple, comunque, ricorrerà in appello per contestare la decisione ma stando al parere di molti osservatori le possibilità che possa farcela sembrerebbero essere davvero poche.

Older Entries