Occorrente e Programmi

  • Penna USB da minimo 1GB (vuota e/o formattabile)
  • BartPE per creare una sorta di versione live di Windows XP
  • Daemon Tools per montare l’ISO generata da “BartPE”
  • PeToUSB per caricare “BartPE” sulla penna USB
  • Grub per gestire il multi-boot delle varie applicazioni
  • MemTest86+ per controllare lo stato della RAM
  • Parted Magic per partizionare i dischi fissi con l’ausilio di “GParted”
  • Ultimate Boot CD per avere una vastissima gamma di utility sempre a portata di mouse
  • Acronis Rescue Media per ripristinare le immagini del disco generate da “Acronis True Image”
  • Pazienza. Tanta pazienza

 

Procedimento

  1. Scaricare ed installare Bart PEbuilder (disponibile anche in versione no-install);
  2. Avviare il programma e procedere con la creazione del file ISO basato sul disco d’installazione di Windows XP (qui un video tutorial contenente anche l’integrazione del plugin “DriveImage XML”);
  3. Montare il file ISO generato con un programma come Daemon Tools;
  4. Scaricare ed avviare il programma PeToUSB (no-install e gratuito);
  5. Impostare la propria penna USB come drive di destinazione;
  6. Mettere il segno di spunta accanto alla voce Enable Disk Format;
  7. Indirizzare il campo Source Path To Built BartPE/WinPE Files verso la cartella dell’immagine ISO montata in precedenza, quella generata da BartPE Builder;
  8. Mettere il segno di spunta accanto alla voce Enable File Copy;
  9. Cliccare sul pulsante Start ed attendere che la procedura termini;
  10. Scaricare ed avviare il boot manager grubinst (grubinst_gui.exe);
  11. Impostare l’hard disk principale nel campo Disk (dovrebbe essere hd1) e cliccare sul pulsante Install;
  12. Scaricare il boot manager grub4dos (file “grub4dos-0.4.4.zip”) ed estrarre i filegrldr e menu.lst nella directory principale della penna USB;
  13. Scaricare la versione bootabile di MemTest86+ ed estrarre il file memtest86+-2.10.bin nella cartella principale della penna USB;
  14. Scaricare il programma Parted Magic (file “pmagic-usb-3.5.zip”) ed estrarne il contenuto nella cartella principale della penna USB;
  15. Scaricare l’immagine ISO di Ultimate Boot CD e copiarlo nella cartella principale della penna USB;
  16. Utilizzare Acronis True Image per creare un’immagine ISO di Acronis Rescue Media, rinominare quest’ultima in “acronis.iso” e copiarla nella cartella principale della penna USB;
  17. Aprire il file menu.lst presente nella penna USB con il Blocco Note e sostituirne il contenuto con quello di questo file di testo (mirror);
  18. Boh… 17 passaggi portavano sfiga, facciamo 18!
Come avrete sicuramente notato, il contenuto del file menu.lst va modificato in base ai programmi inseriti sulla penna USB, aggiungendo ogni volta un codice utile a visualizzarli nel menu di boot e richiamarli quando necessario. Se si riesce a capire bene il meccanismo diventa un vero giochetto da ragazzi e, ve lo possiamo garantire, si riescono a creare delle chiavette USB multi-boot di pronto soccorso davvero pazzesche!
Annunci